universita cattolica del sacro cuore

Al via i lavori del Business Compliance HUB

Il programma annuale di ricerca di CeTIF dedicato al mondo della Compliance e dell’AML, realizzata in collaborazione con CRIF e DELOITTE, analizzerà le evoluzioni nel ruolo della Funzione Compliance nel prossimo futuro e le priorità nella sua Roadmap, dal punto di vista normativo e di modelli operativi.

Area tematica: Audit, Compliance & Legal
Data pubblicazione:24/04/2017

Milano, 9 marzo 2017 – Ha preso il via il Business Compliance HUB, il nuovo programma di CeTIF svolto in collaborazione con CRIF e Deloitte, che si pone l'obiettivo di attivare una Community orientata allo sviluppo un think tank in cui condividere metodologie e best practice e individuare i driver per affrontare i cambiamenti in atto nel mondo della Funzione Compliance e Antiriciclaggio delle Istituzioni Finanziarie.

DESCRIZIONE

La funzione Compliance è chiamata a rivedere il proprio ruolo all’interno del sistema dei controlli interni verso nuovi paradigmi sempre più strategici, con l’obiettivo di supportare l’intera organizzazione nei processi decisionali, di mitigare il rischio reputazionale e tutelare la Customer Centricity” suggerisce Chiara Frigerio Segretario Generale di CeTIF durante lo Steering Committee Meeting.

I lavori del Business Compliance HUB hanno preso il via il 1 Febbraio 2017 con il primo incontro dello Steering Committee, costituito dai Top Manager delle Istituzioni partecipanti (Assimoco, Banca Mediolanum, BPER Banca, Cargeas Assicurazioni, Cattolica Assicurazioni, Credem, CNP UniCredit Vita, ITAS, Reale Mutua), da IVASS e Banca d’Italia e dai professori del CEFIRS (Centre for European Financial Regulations Studies) e che ha indirizzato i lavori del Programma di Ricerca definendone le linee guida strategiche, gli argomenti di interesse e ha validato le modalità operative di raccolta dati per le attività di benchmarking.

DOCUMENTI CORRELATI

Comunicato Stampa
di CeTIF
Scarica il documentovisualizzadownload